Perché una comunicazione migliore migliora il rapporto terapeutico?

11 agosto 2016
Comments: 0
11 agosto 2016, Comments: 0

L’essere umano non può non comunicare: ogni parola, detta o non detta, ogni gesto o microespressione facciale, rivelano qualcosa dei suoi pensieri e del suo modo di essere. Un terapeuta che riesca a cogliere tutta la gamma espressiva del suo paziente può non solo migliorare facilmente il rapporto terapeutico, ma anche comprendere a fondo il suo quadro clinico e valutare con più precisione l’approccio migliore.

I due corsi ECM attivati dall’Istituto Osteopatico Fulcro in collaborazione con NoCom “Master in linguaggio del corpo e microespressioni facciali in sanità” (40 crediti ECM) e  “PNL in sanità” (40 crediti ECM) consentono al professionista sanitario di sapersi destreggiare abilmente nella comunicazione, migliorando anche l’efficacia terapeutica.

Ma in che modo è possibile far parlare il paziente di sé e della sua malattia mantenendo il giusto rispetto e ottenendo informazioni vere e non camuffate?


La prima fondamentale risposta consiste nell’osservazione del linguaggio del corpo, che non è in grado di mentire. Ne parlano in questo video i docenti del Master, dr Roberto Micarelli (Trainer NLP Society e Trainer Center for Body Language), e Lucia Mastropietri (Executive Coach NLP Society, Master Practitioner NLP Society e Practitioner Center for Body Language):

Per informazioni e iscrizioni al “Master in linguaggio del corpo e microespressioni facciali in sanità” (Treviso, 9 settembre e 7 ottobre  40 ECM) cliccare qui.


La seconda risposta consiste nell’ascoltare e decodificare il linguaggio verbale, utilizzando gli strumenti della PNL che consentono di estrapolare caratteristiche essenziali del “mondo”del paziente, grazie alle quali diventa possibile relazionarsi efficacemente, senza invaderlo o urtarlo. Lasciamo la parola al dr Micarelli e alla collega Mastropietri:

Per informazioni e iscrizioni al corso “PNL in sanità” (Treviso, 8 settembre e 6 ottobre – 40 ECM) cliccare qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × 2 =

Per maggiore sicurezza, inserisci la risposta: *