Il setting del terapeuta in dieci step (video)

28 giugno 2016
Comments: 0
28 giugno 2016, Comments: 0

Se si vuole ottenere un risultato diverso, come un rapporto terapeutico efficace e duraturo nel tempo, basta cambiare strategia e non cercare di cambiare gli altri. Ovvero: migliorare il setting del terapeuta. È questo il senso del corso “PNL in ambito terapeutico”, come spiegano i due docenti dr. Roberto Micarelli e Lucia Mastropietri nel video animato che pubblichiamo qui sotto, realizzato in esclusiva per il Fulcro.

Il legame terapeutico non può prescindere dal ruolo del terapeuta, con le sue emozioni e il suo setting mentale. In particolare, “la mente – dichiarano i due relatori del corso – deve diventare il terzo alleato nel sistema terapeutico”.

Il setting ottimale del terapeuta si fonda su alcuni aspetti che i docenti del corso illustrano nel video qui sotto e consistono in particolare nel saper:

  1. potenziare la capacità di ascolto
  2. aiutare i pazienti ad aiutarsi
  3. modificare il pensiero per cambiare emozioni, azioni e risultati, e quindi per incidere sullo stato di salute globale del paziente
  4. intervenire sulle proprie condizioni emotive per massimizzare l’atto terapeutico
  5. specializzarsi nell’utilizzo del linguaggio più efficace e potenziante a seconda dell’interlocutore
  6. saper costruire relazioni durature etiche con i clienti o coi pazienti
  7. saper cogliere il linguaggio segreto delle emozioni
  8. attivare “stati risorsa” e annullare o smorzare l’effetto di vecchi condizionamenti, per migliorare il rapporto terapeutico
  9. recuperare le informazioni che i pazienti non esprimono
  10. acquisire la chiave per uscire da momenti di tensione, imbarazzo o difficoltà

Unico in Italia, “PNL in ambito terapeutico” si terrà dall’8 all’11 settembre e dal 6 al 9 ottobre presso l’Istituto Osteopatico Fulcro a Monastier (Treviso). Dedicato a terapeuti, medici, osteopati, infermieri, il corso consta in 70 ore residenziali, 50 ore in autostudio e 20 ore di autostudio su piattaforma online.


Link utili per approfondire:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

11 − 1 =

Per maggiore sicurezza, inserisci la risposta: *